Log in

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

 

 

Fantastiche scoperte dopo la “ripulitura”  della Cappella Sistina

A cura del Prof. Enrico Bruschini
Già Curatore dei Beni Artistici dell’Ambasciata Americana a Roma

Sono trascorsi oltre 500 anni dal completamento della stupenda volta della Cappella Sistina.

In tutti questi anni milioni di visitatori da tutto il mondo hanno ammirato il capolavoro del grande Michelangelo ed anche quest’anno sei milioni di persone (facendo a volte file interminabili) si sono beate della particolare magica atmosfera che si respira solo all’interno della Sistina specialmente dopo la recente “ripulitura” che ha riportato alla luce gli stupendi colori creati da Michelangelo.

La grande volta con la famosa Creazione e la parete di fondo con il Giudizio Universale non erano soltanto molto scure, erano “nere”.

Sono stati lasciati volutamente piccoli settori non ripuliti per mostrare quale era lo stato degli affreschi prima della rimozione dello strato di nerofumo proveniente dalle candele di sego e di cera usate per quattro secoli per illuminare la Sistina fino all’invenzione della luce elettrica.

 

 

Come storico dell’arte ho avuto la possibilità ed il piacere di essere stato  invitato più volte ad assistere alle varie fasi della ripulitura.

 

È stato un sogno salire sulle impalcature ed ammirare la volta a soli venti centimetri sopra le nostre teste.

Era un sogno essere lì durante i lavori, sotto la velatura nera mano a mano riapparivano, dopo secoli i colori fantastici di Michelangelo.

Non è stato certamente un lavoro semplice.

Per cinque secoli non solo il nerofumo si era depositato sugli stupendi affreschi. Alcune crepe sulla volta avevano provocato fin dall’inizio infiltrazioni di acqua. Conseguentemente i sali di salnitro avevano lasciato un’efflorescenza bianca che già in passato era stata resa più trasparente usando  olio di lino e di noce.

Altri oli ed in seguito, purtroppo, anche grassi animali erano stati applicati per “lucidare” e cercare di rendere più visibili gli affreschi già parzialmente anneriti. Dopo questi trattamenti la volta aveva assorbito ancor più il fumo e la polvere.

Bisogna aggiungere inoltre la presenza dei milioni di visitatori antichi e moderni che, con il loro respiro, avevano lasciato un ulteriore velo scuro  di anidrite carbonica.

Nel laboratorio, sistemato sopra le impalcature, gli espertissimi tecnici di restauro, che operavano sotto la vigile direzione dei professori Gian Luigi Colalucci e Fabrizio Mancinelli, mi hanno mostrato il compatto velo di sporco veramente difficile da rimuovere senza danneggiare il sottile e prezioso strato di “pellicola pittorica” dell’affresco di Michelangelo.

Nel 1989, ormai quasi al termine della ripulitura della volta, ho ottenuto eccezionalmente la possibilità di scattare alcune foto particolari che pubblico volentieri in questo articolo (ho usato la mia Nikon con obiettivo 50 mm).

Nella foto si vede chiaramente in basso la parte non ancora ripulita ed un tassello evidenziato pronto per essere trattato

In alto a sinistra si nota una parte già schiarita con acqua distillata e solventi leggeri.

Al centro si possono ammirare gli stupendi colori ritrovati!

Le ridipinture ed i ritocchi apportati nei secoli per evidenziare i particolari ormai coperti, il denso nerofumo e la patina di anidrite carbonica sono stati rimossi con appropriate soluzioni di dimetilformaldeide.

La foto mostra un settore del pennacchio della volta posto a destra appena sopra la parete del Giudizio Universale. Esso rappresenta la raffigurazione del serpente di bronzo con cui Mosè salvò gli israeliti dalla punizione divina.

Dobbiamo veramente essere grati alla generosità e alla lungimiranza dell’azienda televisiva giapponese Nippon Television Network, che ha sponsorizzato la maggior parte delle spese donando 4,2 milioni di dollari Usa, riservandosi tutti i diritti fotografici, cinematografici e televisivi (è questo il motivo per cui in Sistina è assolutamente vietato prendere fotografie anche senza flash).

È soprattutto doveroso essere grati alla grande professionalità dei tecnici che hanno eseguito il lavoro.

Era quasi commovente vedere l’attenzione e la passione con la quale “accarezzavano” l’opera servendosi di piccole e soffici spugne marine impregnate di solvente!



In questa foto ripresa sopra le impalcature si vede il laboratorio di pulitura posizionato appena sotto la volta.

Si notino sul tavolo i solventi usati per rimuovere la patina scura, il computer che raccoglieva sia la mappatura completa della volta sia le varie fasi del lavoro e soprattutto si noti la visione ravvicinata del celebre riquadro michelangiolesco della “Divisione della Luce dalle Tenebre”.

Ho sempre usato il termine “ripulitura” perché per me non è corretto parlare di “restauro” della Cappella Sistina. Non è stato aggiunto colore. È stato “soltanto” tolto lo sporco e parte delle ridipinture aggiunte da altri artisti. Il termine proprio è perciò “Ripulitura”!

Un lavoro immenso e perfetto.

Michelangelo, lavorando da solo, aveva impiegato incredibilmente soltanto quattro anni per completare la volta. Dodici esperti, per ripulirla nel modo appropriato, hanno impiegato sei anni.

Due secoli fa il grande scrittore tedesco Goethe aveva affermato.

“Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formarsi un’idea apprezzabile di cosa un uomo da solo sia in grado di ottenere”.

Ora noi possiamo ammirarla in tutto il suo splendore originale e non più vederla come “attraverso un vetro scuro”!

Una cosa mi ha colpito particolarmente mentre ero sopra le impalcature: la visione ravvicinata delle Sibille affrescate sulla parte più inclinata della volta.

Era stata appena ripulita la stupenda Sibilla Libica, l’ultima affrescata dall’artista. Essa sta chiudendo il libro delle profezie pagane e si accinge a lasciare il trono (segno che, avendo prefigurato la nascita di un Fanciullo da una Vergine, aveva compreso la vacuità della religione pagana ed era pronta ad avvicinarsi alla Nuova Religione?)

Mentre affrescava la Sibilla il grande Michelangelo aveva tenuto conto  dell’effetto che si sarebbe visto dal basso. Sulle impalcature la Sibilla è alta in realtà meno della metà di quanto essa appare vista dal pavimento.

 

Per accertarvene controllate con un righello le misure: in larghezza alle estremità delle dita delle mani, in altezza dalla sommità della testa all’alluce del piede sinistro, è incredibile, l’altezza “vera” della Sibilla è meno della metà di come essa appare dal basso!

Michelangelo, nella parte più curva della volta ha dipinto “mostri” che appaiono perfetti soltanto se visti dal pavimento della Sistina.

Per far comprendere meglio la sproporzione della figura ho volutamente lasciato la testa (si nota nella mia foto) di un Sottosegretario del Governo Clinton che avevo invitato; la sua testa è normale, alle sue spalle appare il magnifico “mostro”.

Non meravigliamoci, ricordiamo che Michelangelo è stato il primo artista ad essere dichiarato Genio.

Permettetemi di dire che questa foto, l’unica esistente che dimostra la voluta sproporzione delle Sibille e dei Profeti, ha provocato stupore durante le conferenze che mi sono state richieste da varie università americane ed è stata pubblicata soltanto sul mio libro “Roma e il Vaticano” pubblicato dalle Edizioni Musei Vaticani ed ora quasi completamente esaurito in tutte e dodici le lingue nel quale era stato tradotto.

Ci sono molte altre incredibili novità scoperte in Sistina dopo la ripulitura, che sarò lieto, se vorrete, di descrivere in nuovi articoli.

Prev Next

Caruso in NY - Physical d…

Join us on September 26th for an experience to be remembered! The Italian Language Inter-...

eventi usa

ILICA CE* 2016 - Conferen…

For further information, feel free to contact us. Call 718.392.2020 or email ilicait@ao...

eventi usa

Why has the Queens Museum…

Why has the Queens Museum been chosen as the 2015 ILICA CE* Gala site?   The Queens...

eventi usa

10th ILICA CE - invite - …

10th ILICA CE - InviteDownload pdf file

eventi usa

Save the date 2013 USA

ILICA CE - November 7th & 8th, 2013 - Save the dateDownload: Save the date pdf version

eventi usa

ILICA SAVE THE DATE 2013 …

ILICA CE* 2013 2013 Year of Italian Culture in the United StatesSave TWO dates Tuesday ...

eventi usa

Save the Date - ILICA CE*…

Save the Date ILICA CE* 2012 - 8th Annual EventON A DIFFERENT SHOREDefining “Italian”Ital...

eventi usa

7th ILICA CE

Terroni e Polentoni Pino  Aprile & Lorenzo Del Boca Thursday, November 10th, 2011 2p...

eventi usa

UNISTRASI 19/5/2011

19 Maggio 2011 Convegno sull'industrializzazione della Lingua Italiana Università per St...

eventi usa

6th ILICA CE - Cultural E…

10 Novembre 2010 6th ILICA CE - Cultural Event Flight to the Future 2010 ...on the notes o...

eventi usa

NECTFL 2010

25-27 Marzo 2010 NECTFL – NY ILICA sponsor di Viale Italia Al Marriott Marquis Hotel

eventi usa