Log in

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

ILICA CE 2012 - 8th Annual Cultural Event

Mattiew Tallo at the pianoMonsignor, Pino Aprile e Console Italiano

with Albano Carrisipremio donna dell'anno Elouisa Ermelino

premio uomo dell'anno  CecchiPremio Stella legacy Joseph Sciame

click to view our ILICA ce 2012 photo gallery

Il gran finale sull’Hudson
LA CENA DI GALA CONCLUDE LE CELEBRAZIONI PER L’OTTAVO ANNIVERSARIO

A centinaia di ospiti che venerdì hanno preso parte alla cena di gala della Italian Language Inter-Cultural Alliance a The Lighthouse ai Chelsea Piers, l’organizzazione si è presentata con lo slogan “dal 2004 al futuro” nel celebrare l’ottavo anniversario della fondazione. Il gala svoltosi nella suggestiva cornice notturna dell’Hudson River ha concluso una settimana ricca di eventi che hanno visto confrontarsi in tre simposi autori contemporanei italiani e autori americani di origine italiana, alla ricerca di una definizione dell’identità italiana agli albori del terzo millennio. Alla serata hanno partecipato il console generale Natalia Quintavalle, il commissioner dei vigili del fuoco Salvatore Cassano insieme ad una delegazione di pompieri, Vincent Tummino ambasciatore nel mondo del FDNY, monsignor Hilary Franco, il cantante Albano, i panelisti che hanno partecipato ai simposi. Tra gli invitati anche le tre personalità a cui Ilica assegna ogni anno riconoscimenti per il contributo di ognuno alla diffusione della cultura italiana in America: Louisa Ermelino, Joseph Sciame e Nicola Cecchi, oltre ad una delegazione di studenti di italiano cinesi che si è aggiunta ad una nutrita presenza di giovani. Colui che imparzialmente aveva moderato i tre simposi, il docente Anthony Tamburri, dean del Calandra Institute, nel suo libro “Italian Americana” per i tipi di Bordighera Press, spiega perché è una cultura a se stante.....leggi il pdf: Articolo di America Oggi

Una identità che non c’è?
I SIMPOSI SUGLI ITALIANI D’AMERICA NEL VENTUNESIMO SECOLO

Nell’ottavo anniversario della fondazione, la Italian Language Inter-Cultural Alliance ha organizzato questa settimana tre simposi, descritti come “un dialogo costruttivo” su un tema di grande attualità in seno alla collettività: definire l’identità italiana nel terzo millennio. Il primo si è tenuto martedì all’Istituto di Cultura e il secondo mercoledì presso il Queens College a Flushing con la partecipazione di autori contemporanei  provenienti dall’Italia e autori americani di origine italiana, chiamati a discutere la trasformazione dell’Italia e la cultura italiana oggi. Ilica compie 8 anni dalla fondazione e il Queens College il prossimo anno celebra 40 anni dall’avvio del dipartimento di Italian American Studies. Moderati dal professor Anthony Tamburri, hanno preso parte al “dialogo costruttivo” Pino Aprile, Lorenzo Del Boca, Giuseppe Novero, Gianfranco Viesti, Donna Chirico, Louisa Ermelino e Fred Gardaphé. È il docente del Italian American Studies al Queens College Fred Gardaphé a lanciare la sfida nel definire il quadro della comunità italoamericana quando dice “siamo

un museo”, che vive di un passato  ingiallito e peraltro anche misconosciuto. A definire l’identità degli italiani nel secondo decennio del terzo millennio è il giornalista e saggista piemontese Lorenzo Del Boca, secondo cui “il vero Dna dell’italiano è il Rinascimento, non l’Unione d’Italia. Il nostro Paese resta legato al campanilismo”. Gardaphé porta l’esempio di casa sua quando era ragazzino dicendo “non è quello che sappiamo, ma quello che non sappiamo. Quando i genitori parlano ai ragazzi italoamericani spiegano che avevano lasciato l’Italia perché non c’era lavoro” e lì finisce il discorso.....leggi il pdf: Articolo di America Oggi

Un dialogo tra le sponde dell’Atlantico
IL SIMPOSIO SULLA IDENTITÀ ITALIANA

In un college che annovera studenti provenienti da 150 Paesi e dove si parlano oltre 60 lingue diverse, la Italian Language Inter-Cultural Alliance giovedì ha rilanciato la discussione sul tema “la definizione dell’identità italiana nel terzo millennio” di fronte ad una platea composta in prevalenza di docenti, nel terzo dei simposi organizzati in occasione dell’ottavo anniversario di fondazione. Il primo si è svolto all’Istituto di Cultura, il secondo al Queens College e l’ultimo simposio si è tenuto nell’auditorium del nuovo complesso del John Jay College nella West Side di Manhattan. Al tavolo dei panelisti siedevano 4 autori contemporanei italiani e altrettanti autori americani di origini italiane, impegnati in quello che è stato definito “un dialogo costruttivo”, moderato da Anthony Tamburri, docente presso il Cuny e dean del Calandra Institute. In apertura dei lavori Tamburri ha ricordato che “questi simposi sono parte di un dialogo che prosegue dalle due parti dell’Atlantico” ed entrando nel merito, ha osservato che nel precedente incontro al Queens College alcuni panelisti si erano espressi in termini geografici parlando della definizione di identità italiana....leggi il pdf: Articolo di America Oggi

Chi sono gli italiani del 2000?
ILICA COMPIE OTTO ANNI E CELEBRA IL COMPLEANNO AL PIER 61

Gli eroismi sociali, degli Italiani immigrati in America, continuano ad essere celebrati con il consenso e l’incoraggiamento delle Istituzioni Italiane mentre siamo tutti alla ricerca di un nuovo modello di aggregazione fuori dalla retorica e dai circoli della briscola. I numeri sono freddi e altrettanto crudelmente suggeriscono che l’Italia e la Spagna fanno fatica a restare agganciate a chi corre verso una globalizzazione da strutturare, comunque inevitabile. ILICA persegue la strada della lingua e della cultura Italiana presentando, da un’idea di Ilaria Marra, “On a different Shore”.

Ci sarà pure una ragione del perché gli Italiani e ItaloAmericani continuano ad essere rappresentati, diciamolo pure, con discutibili caratteri di riferimento. Gli stereotipi sembrano essere una moda simpatica che fa irritare e protestare chi rappresenta ovvero chi ancora crede di rappresentare gli Italiani e/o gli ItaloAmericani. Le reazioni sono sempre in linea con quello che il Cancelliere Metternich pensava degli Italiani,  nell’800: “Protestano sempre ma sono poi incapaci di qualsiasi azione concreta”. Eppure quegli idealisti che credettero nel Risorgimento, fecero rimangiare quelle parole al grande cancelliere Austriaco. Oggi abbiamo bisogno di nuove motivazioni che ci consentano di modificare  il momento di aggregazione della briscola o del dinner dance, per elevarlo verso traguardi più ambiziosi. Dopo l’esperienza di TERRONI e POLENTONI, ILICA presenta quest’anno 3 simposi: all’Istituto Italiano di Cultura (23 Ottobre), al Queens College (24 Ottobre) e al John Jay College (25 Ottobre), per finire con una serata “Italiana”, al Lighthouse PIER61 sull’Hudson River....leggi il pdf: Articolo di America Oggi

Prev Next

Caruso in NY - Physical d…

Join us on September 26th for an experience to be remembered! The Italian Language Inter-...

eventi usa

ILICA CE* 2016 - Conferen…

For further information, feel free to contact us. Call 718.392.2020 or email ilicait@ao...

eventi usa

Why has the Queens Museum…

Why has the Queens Museum been chosen as the 2015 ILICA CE* Gala site?   The Queens...

eventi usa

10th ILICA CE - invite - …

10th ILICA CE - InviteDownload pdf file

eventi usa

Save the date 2013 USA

ILICA CE - November 7th & 8th, 2013 - Save the dateDownload: Save the date pdf version

eventi usa

ILICA SAVE THE DATE 2013 …

ILICA CE* 2013 2013 Year of Italian Culture in the United StatesSave TWO dates Tuesday ...

eventi usa

Save the Date - ILICA CE*…

Save the Date ILICA CE* 2012 - 8th Annual EventON A DIFFERENT SHOREDefining “Italian”Ital...

eventi usa

7th ILICA CE

Terroni e Polentoni Pino  Aprile & Lorenzo Del Boca Thursday, November 10th, 2011 2p...

eventi usa

UNISTRASI 19/5/2011

19 Maggio 2011 Convegno sull'industrializzazione della Lingua Italiana Università per St...

eventi usa

6th ILICA CE - Cultural E…

10 Novembre 2010 6th ILICA CE - Cultural Event Flight to the Future 2010 ...on the notes o...

eventi usa

NECTFL 2010

25-27 Marzo 2010 NECTFL – NY ILICA sponsor di Viale Italia Al Marriott Marquis Hotel

eventi usa