Log in

Login to your account

Username
Password *
Remember Me

Sono sicuro che Striscia la Notizia, la fortunata trasmissione di Canale 5, sia conosciuta da tutti coloro che conoscono l'Italia di oggi.

Tutti i giorni, in prima serata, Striscia la notizia riporta più i vizi che le virtù degli Italiani e lo fa da 30 anni. La graziosa satira con la quale il programma presenta problemi mai sanati, da 30 anni, stride con un programma più serio che va su RAI 3, Report, della giornalista Milena Gabanelli, una volta la settimana dal 1997. Insomma altri 20 anni di inchieste, con prove evidenti e documentate, di un malcostume che trova pochi riscontri nelle altre democrazie del nostro pianeta. Eppure il cittadino medio che vede tutte le sere “la decapitazione della piovra” (ma quante piovre ci sono in Italia?), il maltrattamento degli animali, i grandi furti di denaro pubblico, lo spreco delle tasse dei cittadini… Il cittadino medio, dicevo, ride, si scandalizza, tra un piatto di spaghetti e un bicchiere di vino, per poi andare dai... cartomanti. Sì perché sono 30 anni che il servizio sui maghi e sulle streghe, è un appuntamento regolare di Striscia.

Ma quanti servizi si dovranno fare per far capire ad un Paese intelligente che se una persona fosse in grado di predire il futuro ovvero di curare malattie terminali, non ne darebbe i benefici a sconosciuti che cercano la soluzione con pochi Euro (per cominciare) e tanti Euro per avere una soluzione che non arriverà mai? Un'altra anomalia per chi come noi ha vissuto la maggior parte della propria vita in Paesi democratici, è l'assenza di interesse da parte di chi dovrebbe tutelare il cittadino che paga le tasse e magari è distratto dall'impegno del proprio lavoro. E' mai possibile che se una televisione documenta ripetute crudeltà su animali indifesi non ci sia nessuna autorità che si rechi sul posto dove avvengono questi episodi e ne determini le responsabilità? E che dire delle promesse registrate dei Sindaci e altre Autorità competenti nei comuni dove si impegnano a risolvere un problema comune (scuole, sanità, strade...) e dopo un anno, due anni e anche tre, si scaricano le responsabilità del mancato intervento, sulla burocrazia?

E negli ultimi 30 anni, tra una critica, una risata e l'altra, l'Italia ha venduto gran parte dei propri gioielli (Ultimo, in ordine di tempo, Pininfarina).

Ormai si nega l'evidenza e la fiducia nella giustizia è uno sport nazionale a raccontare la peggiore storia capitata quando si scivola nei questionari di Equitalia. Per fortuna che l'Italia ospita Papa Francesco che ha cominciato a dissacrare tutte le superstizioni legate ad un falso concetto religioso.

Personalmente leggo le iniziative di Papa Francesco come un tentativo della Chiesa di entrare nel XXI secolo cercando di recuperare quei ritardi che il Cardinale Martini denunciava nella sua ultima intervista nel 2012: “La Chiesa è rimasta indietro di 200 anni: come mai non si scuote?” Ci riferì il Suo biografo, il gesuita Padre Silvano Fausti anche Egli deceduto il 24 Agosto 2015. Il concetto religioso di Papa Bergoglio è affascinante e disarmante nello stesso tempo. La logica di Papa Francesco ha cancellato tante consuetudini e ne ha messe altre alla berlina denunciando interpretazioni del messaggio Divino, fuori luogo e fuori del tempo.

Viviamo in un giubileo voluto “motu proprio” da un Uomo, da qualcuno che incarna i valori elementari del vivere sul nostro pianeta. Nessun discorso sibillino, nessun riferimento interpretabile, una serie di richiami ai valori che l'essere umano non è ancora riuscito a sostituire. Della serie: “Ma lei che lavoro fa per avere così tanti soldi?”

Noi siamo tra quelli convinti che la strada di Papa Francesco dovrebbe essere imitata dai “contemporanei potenti” del mondo. L'interesse personale è spesso dimostrazione di incompetenza. E questo lo scriviamo per il rispetto del giubileo della Misericordia. L'Italia è depositaria di una storia e di una cultura seconde a nessuno. Un quarto di “corporate America” ha un leader di origine Italiana. Cesare Lombroso (dottore antropologo del periodo dell'Italia Sabauda 1835-1909) dimostrò che gli Italiani del Sud erano esseri anatomicamente e intellettualmente inferiori. La sana competizione ha determinato, dopo nemmeno un secolo, che quei “deficienti” hanno contribuito a creare la più solida democrazia di questo pianeta. L'Italia di oggi ha smesso di essere competitiva per diventare “ostile”. Ostile a tutto ciò che è ordine, ostile tra una regione e l'altra, ostile tra gli stessi cittadini. Forse la mia percezione è sbagliata anzi me lo auguro perché abbiamo un anno, quello della Misericordia, per riflettere e ascoltare, dopo Giovanni Paolo II il grande Papa Francesco che continua a ripetere: "Non abbiate paura!"

 

IS ITALY STILL MOTIONLESS?

I am sure that STRISCIA LA NOTIZIA, the Channel 5 program, is known by all those who know Italy today. Striscia la notizia reports every evening, on prime time TV (for the past 30 years), both the vices and virtues of Italy. The program has presented, with gracious satire, problems that have never been solved over the course of its 30 year run. That type of satire differs greatly from the style of another more serious program called Report, conducted by investigative anchorwoman, Milena Gabanelli. Report, a Channel 3 program on-air since 1997, has presented 20 years’ worth of glaring evidence documenting such a high level of ill-behavior that finds few comparable rivals among the other democratic nations of our planet. The average Italian citizen is informed every single night about the beheading of the “octopus” (mafia), the mistreatment of defenseless animals, the mismanagement of public funds, the wasting of tax payers’ money... by the way, how many octopus do they have yet to kill in Italy?... The average citizen, as I was saying, smiles and comments between a glass of wine and a dish of spaghetti, then he goes back to the fortune-teller of the week... Yes, after 30 years of reporting about “modern witches” and fortune-tellers, Striscia includes a weekly investigation on clairvoyants from the north to the south of Italy. How much more evidence does an intelligent Country need to understand that nobody can predict the future? How much more proof is needed to learn that terminal diseases cannot be cured by sorcerers? If someone were indeed able to predict the future or miraculously cure terminal illnesses, why would they do so for a handful of Euro (initially) and many Euro for a solution that will never arrive? Having lived in different democratic societies, we found the careless attitude of those officials working to protect taxpayer rights very distressing. They are often distracted by the burden of their job. No authority intervenes to ascertain penal/civil responsibilities after a detailed and documented violent act occurs against defenseless animals. At least that is the perception of the viewers. Another regular segment concerns the statements and the promises recorded by elected officials about their ability to solve community problems (bridges, schooling, hospitals, streets...). When the reporter goes back, after 2 and even 3 years, and they don't find any progress on the promises made, the responsibilities are always attributed to bureaucratic red tape. Amidst the criticism and sardonic laughter, Italy has sold, over the course of 30 years, many of its best assets (Pininfarina is the latest one to become... Chinese). To save face, Italy denies the evidence. The national sport among Italians is to tell each other their worst story experienced when called to answer to Equitalia’s* questionnaire (*Italian IRS). Fortunately, Italy also hosts, geographically, Pope Francis: a Pope who has finally started denouncing all the superstitions related to a false religious concept. Personally, I read the initiatives of Pope Francis as a serious attempt to guide the Church in the XXI Century, by trying to recuperate that delay denounced by Cardinal Martini in his last interview: “The Church is 200 years behind our time – declared Cardinal Martini – why doesn’t anyone do anything about it?” The religious concept portrayed by Pope Bergoglio is both fascinating and disarming at the same time. The logic attitude of Pope Francis has erased many old habits and he has ridiculed traditional interpretation of God's message by saying that they are both out of place and out of time. We are today celebrating a modern “Jubilee” promoted “motu proprio” by a Man, a Man who is calling our attention upon the elementary values of the human being. There are no interpretations necessary. There are no mysteries: they are a simple consideration of the basic human traditional values that humankind has not yet been able to replace... Values embodying such divine concepts as: “What kind of job do you do that warrants earning that much money?” We are among those who believe that Pope Francis’ path should be followed by the contemporary powerful leaders of the world today. The promotion of personal interest is often an admission of incompetence. We are stating this out of respect for the “Jubilee of Mercy”. Italy has generated a culture and a history second to none. Almost 25% of corporate America is headed by an American of Italian origin. Mr. Cesare Lombroso (a doctor during the time of the Unification of Italy under the Savoy regime) was able to “demonstrate” that Italians from the south of the peninsula were anatomically and mentally inferior. Honest competition has concluded, merely after one century, that those “handicapped citizens” (according to Lombroso) have contributed to create the strongest democracy of our planet. Italy appears to no longer possess a competitive spirit. Italy is today moving towards a hostile society. It is hostile to everything that promotes order and civil respect. Perhaps my perception is wrong, rather I hope so. However we have one year, the year of Mercy, to meditate and to listen to, after John Paul II, the great Pope Francis who continues to repeat: “Be not afraid!"

Tra sussulti di crisi e prospettive di sviluppo nell'high-tech, l'economia globale si muove sempre più verso la cultura e l'Italia deve stare al passo. Se n'è parlato durante un incontro organizzato da ILICA con Pino Aprile, Robert Viscusi e rappresentati della Merril Lynch. "Questi dibattiti ci danno gli strumenti per capire meglio il mondo", ha detto il chairman Vincenzo Marra.

Si è tenuto al John Jay College della CUNY il panel promosso dall’ILICA (Italian Language Intercultural Alliance) dal titolo Cultural Approaches to the Modern Economics a cui hanno partecipato Robert Viscusi, direttore del Wolfe Institute for humanities del Brooklyn College, lo scrittore e giornalista Pino Aprile e, in rappresentanza della Merrill Linch, Ted Douglass (Senior Vice President, Wealth Management) e Niladri "Neel" Mukherjee (Director, Office of the CIO).

 

leggi tutto su La Voce di New York

All'ONU con La VOCE di New York si festeggia anche l'Italia del 25 aprile, quindi la libertà.

Festeggiamo il secondo anno della VOCE di New York celebrando anche la libertà venuta col 25 aprile, giorno della rinascita dell'Italia e anche del nostro giornale. Questa volta lo facciamo al Palazzo di Vetro dell'ONU per fare un brindisi anche ai sessantanni dell'Italia alle Nazioni Unite. Viva l'indipendenza e la libertà.

Leggi l'articolo completo su "La VOCE di New York"

 

 

Nel rinnovato Queens Museum, la fondazione ILICA ideata da Vincenzo Marra e presieduta da Donna Chirico Rosenberg, ha festeggiato il suo undicesimo anno di attività culturale premiando il maestro Simone Tartaglione che ha poi diretto l'orchestra per la delizia degli invitati al gala. Riconoscimenti anche ad Alyssa Lee e Lou Di Palo.

 

La serata Culturale di ILICA si è svolta sabato, 7 novembre, nella cornice del rinnovato Queens Museum ($70 milioni di maquillage). Il concerto del Maestro Simeone Tartaglione e di Alessandra Cuffaro, moglie  e virtuosa del violino (prima donna a suonare in una serata i 24 Capricci di Paganini) ha incantato per 45 minuti oltre 200 invitati.

709
Il maestro Simeone Tartaglione premiato da Donna Chirico

Nel ricevere il Premio Uomo ILICA per il 2015, il maestro ormai residente in Maryland, ha voluto sottolineare come ILICA sia , a suo giudizio, la vera idea per il futuro delle Associazioni Italo Americane del XXI secolo. “Mettere insieme le eccellenze Italiane e Americane è la sola strada – ha affermato il Maestro – per uscire dagli anni 50/60 dove si sono fermate le Fondazioni tradizionali”.

 

leggi tutto su "La voce di New York"

ILICA: business e giovani talenti dall'America all'Italia

Un paese diverso è possibile, questo il messaggio della conferenza organizzata a Roma dall'Italian Language Inter-Cultural Alliance per mettere in rete e valorizzare le idee imprenditoriali delle nuove generazioni. Sessantaquattro interventi per mostrare il volto di un'Italia che, attingendo anche dagli USA, sa creare impresa e cultura....

http://www.lavocedinewyork.com/ILICA-business-e-giovani-talenti-dall-America-all-Italia-/d/6305/


Prev Next

Caruso in NY - Physical d…

Join us on September 26th for an experience to be remembered! The Italian Language Inter-...

eventi usa

ILICA CE* 2016 - Conferen…

For further information, feel free to contact us. Call 718.392.2020 or email ilicait@ao...

eventi usa

Why has the Queens Museum…

Why has the Queens Museum been chosen as the 2015 ILICA CE* Gala site?   The Queens...

eventi usa

10th ILICA CE - invite - …

10th ILICA CE - InviteDownload pdf file

eventi usa

Save the date 2013 USA

ILICA CE - November 7th & 8th, 2013 - Save the dateDownload: Save the date pdf version

eventi usa

ILICA SAVE THE DATE 2013 …

ILICA CE* 2013 2013 Year of Italian Culture in the United StatesSave TWO dates Tuesday ...

eventi usa

Save the Date - ILICA CE*…

Save the Date ILICA CE* 2012 - 8th Annual EventON A DIFFERENT SHOREDefining “Italian”Ital...

eventi usa

7th ILICA CE

Terroni e Polentoni Pino  Aprile & Lorenzo Del Boca Thursday, November 10th, 2011 2p...

eventi usa

UNISTRASI 19/5/2011

19 Maggio 2011 Convegno sull'industrializzazione della Lingua Italiana Università per St...

eventi usa

6th ILICA CE - Cultural E…

10 Novembre 2010 6th ILICA CE - Cultural Event Flight to the Future 2010 ...on the notes o...

eventi usa

NECTFL 2010

25-27 Marzo 2010 NECTFL – NY ILICA sponsor di Viale Italia Al Marriott Marquis Hotel

eventi usa